location matrimonio Piacenza

Un pizzico di “fortuna” per il giorno del matrimonio

Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di blu”. 
No, non è una filastrocca o almeno non solo, e tutte le donne dovrebbero ben conoscerla, anche se solo un po’ hanno sentito parlare di matrimonio. 

Dopo aver individuato la location per il matrimonio a Piacenza, sarà premura degli sposi ottemperare a tutto il necessario per far sì che l’evento funzioni, anche con quel pizzico di “fortuna” che non guasta mai. 

Da ben due secoli ogni sposa, pur se non particolarmente amante delle tradizioni, tiene fede a questa usanza che cela in sé un po’ di scaramanzia, ma in fondo è un modo come tanti per dare brio e colore al tanto atteso giorno. E allora se si è prossimi a convolare a nozzeprima di presentarsi all’altare la sposa non può non procurarsi qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato e qualcosa di blu se vuole organizzare al meglio un matrimonio a Piacenza eche tutto vada per il verso giusto! 

Ovviamente si scherza, ma questa usanza così particolare può essere l’occasione per coinvolgere le persone più care nel Giorno dei giorni: sono infatti quasi sempre parenti e amiche ad offrire in dono gli oggetti su citati. Se non si desidera però far partecipare direttamente persone che si conoscono da tempo, si potrebbe demandare tutto ad una wedding planner a Piacenza. 

Qualcosa di vecchio 

Un oggetto vecchio ha un preciso simbolismo: identifica il passato. La sposa si apre ad una nuova vita in coppia e quel “qualcosa di vecchio” rappresenta il legame con la famiglia di origine. 

Qualcosa di nuovo

Questo è il particolare che più lascia spazio alla fantasia. Potrebbe essere l’abito stesso, un capo di lingerie, un gioiello prezioso. Se si sceglie di optare per quest’ultimo, bisognerà ricordare che regalare perle è sconsigliato in quanto simboleggiano le lacrime. 

Qualcosa di prestato

La tradizione vuole che sia una parente donna, felicemente sposata, a prestare alla sposa un oggetto, solitamente un accessorio. Trattandosi di qualcosa di prestato appunto, la sposa dovrà poi restituirlo alla fine della cerimonia. 

Qualcosa di blu

Perché proprio il blu? Perché è il colore della lealtà e dunque simbolo dell’amore eterno. Essendo una tonalità decisamente accesa rispetto a quella dell’abito, si sceglie qualcosa di minimal che non riguardi direttamente il vestito. Un esempio? Un collier con un pendente blu o un fiocchetto cucito ad hoc all’interno di un tessuto. 

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *